Accesso ai servizi

GUIDA TURISTICA

La Chiesa di S. Marco

La Chiesa di S. Marco


All’ingresso di Varallo, sulla sinistra, leggermente in basso rispetto al piano stradale, sorge la chiesa intitolata a San Marco.
Fino a pochi decenni fa era ritenuta, insieme a quelle di San Gaudenzio di Bettole e di San Giovanni al Monte di Quarona, una delle più antiche chiese della Valle.
Attualmente, pur non essendo stato possibile accertare con esattezza la data di costruzione dell’edificio, gli storici sono propensi a ritenere che una cappella di ridotte dimensioni sia stata edificata negli ultimi decenni del Trecento come meta delle rogazioni, cioè processioni penitenziali che si tenevano nella ricorrenza di San Marco e nei tre giorni precedenti l'Ascensione per implorare la protezione divina sul buon esito dei raccolti.
É ipotizzabile che con la fondazione del Sacro Monte, alla fine del secolo successivo, il primitivo oratorio venisse ampliato e trasformato, anche per dare accoglienza ai pellegrini e viandanti che transitavano per quella zona per recarsi a visitare la Nuova Gerusalemme. La chiesa, che per la sua struttura architettonica può dare l’impressione di un complesso romanico, con la presenza di un caratteristico avancorpo addossato alla facciata, al suo interno si presenta con un’unica navata a tre campate ed è interamente ricoperta di affreschi quattro-cinquecenteschi mentre nelle campate seguenti si susseguono affreschi votivi con figure di santi, alcune ormai illeggibili.
Dei dipinti che decoravano l’esterno della chiesa si è salvato solamente un grande San Cristoforo sul muro dell’avancorpo. mentre i riquadri che raffiguravano episodi della Vita di San Marco sono stati staccati e portati presso la locale Pinacoteca.
Sulle pareti della navata sono appese sei grandi tele, recentemente restaurate raffiguranti San Pietro, San Paolo e i Quattro Evangelisti eseguite tra il 1682 e il 1689 dal pittore valsesiano Pietro Francesco Gianoli e da allievi della sua bottega.
Sul lato destro della navata si apre la cappella della Madonna del perpetuo soccorso, costruita negli anni Trenta di questo secolo, sull’area dell’antica sacrestia.
Da segnalare infine che la chiesa di San Marco fu sede, fin dai tempi più antichi, di un’istituzione di beneficenza detta Carità del pane di San Marco, la cui esistenza è documentata a partire dal 1581. Il sodalizio era presieduto da un priore, il quale si occupava principalmente della distribuzione del pane ai poveri, cotto durante tutto il mese che precedeva la festa di San Marco (25 aprile). Il prezioso alimento era distribuito in tutta la diocesi novarese e molti pellegrini ne facevano richiesta poiché era credenza comune che possedesse virtù miracolosa Quest’antica tradizione è stata ripristinata in questi ultimi anni e durante la messa solenne celebrata in occasione della festa del santo si assiste alla benedizione del pane, che viene poi distribuito ai fedeli che hanno partecipato alla funzione. Durante il mese di aprile presso la chiesa di San Marco vengono celebrate le feste del santo titolare e in settembre della Madonna del perpetuo soccorso.

Orario di apertura: luglio e agosto al sabato e alla domenica ore 15.00-19.00, oppure su richiesta al Priore.






Comune di Varallo, Corso Roma, 31 (Villa Durio)
13019 Varallo (VC) - Telefono: 0163/562711 Fax: 0163/51826
C.F. 00176400026 - P.Iva: 00176400026
   E-mail certificata: comune.varallo.vc@legalmail.it
   Pec D.P.O.: dpocomune@pec.it
Ulteriori dati D.P.O.: Dott. Zeno Moretti