Accesso ai servizi

COME FARE PER

IUC: IMU e TASI

Descrizione:
Ultimo aggiornamento: 16.05.2019

L'imposta unica comunale (IUC) si compone dell’imposta municipale propria (IMU), della tassa sui rifiuti (TARI) e di una componente riferita ai servizi indivisibili (TASI).

Come Fare:
In fondo a questa pagina sono disponibili i seguenti documenti:
- il foglio di calcolo con le istruzioni per ottenere il valore delle aree fabbricabili in mancanza di atto di cessione/acquisto ove è invece da utilizzarsi il valore di mercato indicato nel medesimo. Si veda l'art. 6 commi 5 e 6 del regolamento comunale; inoltre, per classificare un'area, si faccia riferimento alla Variante generale del P.R.G.C.;
- il modello ministeriale di dichiarazione e relative istruzioni;
- il modello di autocertificazione relativa all'inagibilità/inabitabilità del fabbricato ai fini del riconoscimento del diritto alla riduzione del 50% della base imponibile dell'imposta, con riferimento all'art. 6 comma 10 del regolamento comunale che disciplina le caratteristiche di fatiscenza sopravvenuta del fabbricato. Per beneficiare dell’agevolazione occorre presentare entro il 30 giugno dell'anno successivo all'anno di riferimento nel quale è avvenuta la variazione un’autocertificazione attestante il possesso di una perizia (o di apposita relazione descrittiva allegata a pratica edilizia) redatta da un tecnico abilitato oppure dall’Ufficio Tecnico comunale, al costo di € 150,00 per la verifica dell’immobile da accertare ed € 40,00 per ogni ora necessaria (come da deliberazione di G.C. n. 106/2012). L'autocertificazione ha applicazione a partire dalla data dichiarata dal contribuente e comunque da non prima dell’01.01 dell’anno di riferimento e vale anche per gli anni successivi a meno che non intervengano variazioni. In caso di termine delle condizioni di inagibilità/inabitabilità è necessario presentare la dichiarazione di cessazione dell'agevolazione utilizzando il modello ministeriale;
- il modello di autocertificazione relativa al fabbricato dato in uso gratuito a parente entro il II grado in linea retta o collaterale che lo utilizza come abitazione principale (e relative pertinenze), ai fini dell'applicazione nel calcolo IMU dell'aliquota ridotta del 7,6 per mille, ai sensi dell'art. 8 comma 4 del regolamento; il medesimo modulo consente di comunicare al Comune la cessazione del diritto all'agevolazione;
- il modello di autocertificazione per beneficiare dell'agevolazione prevista dall'art. 9 bis del D.L. n. 47/2014 (convertito in L. n. 80/2014) che ha introdotto dal 2015 l’assimilazione all’abitazione principale di una sola casa di civile abitazione posseduta dai cittadini italiani non residenti, iscritti all’AIRE, pensionati nei rispettivi paesi di residenza, posseduta a titolo di proprietà od usufrutto a condizione che non sia locata o concessa in comodato. Le imposte TASI e TARI su questa unità immobiliare sono ridotte ad 1/3. E' necessario inoltre allegare alla dichiarazione copia di almeno una comunicazione dell’Istituto pensionistico che ha concesso la pensione estera;
- il modulo per effettuare l'istanza di rimborso IMU, per almeno € 4,00. Tale istanza deve essere prodotta entro 5 anni dal giorno del versamento ritenuto non dovuto e l'eventuale rimborso viene effettuato entro 6 mesi dall'istanza;
- il modulo per richiedere la rateazione di avvisi di accertamento ICI-IMU;
- la risoluzione n. 1/DF del 17.02.2016 con la quale il MEF ha fornito chiarimenti sulla disposizione dettata dall'art. 1 comma 10 della Legge n. 208/2015 (Legge di stabilità 2016) modificativa dell'art. 13 comma 3 del D.L. n. 201/2011 (convertito in Legge n. 214/2011), che ha previsto dal 2016 la riduzione del 50% della base imponibile IMU per l'unità immobiliare abitativa (pertinenze incluse), fatta eccezione per quelle di pregio (classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9), concessa in comodato dal soggetto passivo a un parente in linea retta entro il primo grado (genitori-figli e viceversa) che la utilizza come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile abitativo in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso Comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, sempre ad eccezione delle unità abitative di pregio; è necessario presentare la dichiarazione IMU entro il termine previsto dalla normativa (30 giugno dell'anno successivo a quello in cui si intende beneficiare del trattamento di favore);
- la deliberazione di C.C. n. 67/2018, relativa alle aliquote IMU 2019 (invariate rispetto al 2018);
- la deliberazione di C.C. n. 9/2019, relativa alle aliquote TASI 2019 (invariate rispetto al 2018);
- l'informativa sul pagamento dell'acconto IMU 2019.

Dove Rivolgersi:
Ufficio Ragioneria - Tributi - Patrimonio (vedi dettaglio e orario di apertura)

I contatti utilizzabili sono:
- telefono: 0163/562717;
- fax: 0163/51826;
- posta elettronica: ragioneria@comune.varallo.vc.it;
- PEC: comune.varallo.vc@legalmail.it;
- via posta: Comune di Varallo, Corso Roma 31, 13019 Varallo (VC).

Collegamenti:
- Visualizza tutti i codici tributo relativi ai Comuni sul sito dell'Agenzia delle Entrate
- Trova la rendita di un fabbricato con i dati catastali sul sito dell'Agenzia del Territorio
- Accedi al calcolo IMU-TASI on line
- Visualizza le deliberazioni in materia di IUC sul sito del MEF
- Visualizza il regolamento per la disciplina dell'IMU
- Visualizza il regolamento per la disciplina della TASI
Documenti allegati:
File excelCalcolo del valore delle aree fabbricabili (33 KB)

File pdfModello dichiarazione IMU (40,37 KB)

File pdfIstruzioni dichiarazione IMU (203,56 KB)

File wordDichiarazione di inagibilità/inabitabilità fabbricato (60 KB)

File wordDichiarazione di fabbricato dato in uso gratuito (60 KB)

File wordDichiarazione per agevolazione AIRE pensionati estero (57 KB)

File wordIstanza di rimborso IMU-TASI (38 KB)

File wordRichiesta rateazione avvisi accertamento ICI-IMU (44,5 KB)

File pdfRisoluzione n. 1/DF del 17.02.2016 del MEF su IMU e comodati d'uso dal 2016 (328,11 KB)

File pdfDeliberazione di C.C. n. 67 del 17.12.2018 (aliquote IMU 2019) (283,24 KB)

File pdfDeliberazione di C.C. n. 9 del 15.03.2019 (aliquote TASI 2019) (239,67 KB)

File pdfInformativa sull'acconto IUC 2019 (434,43 KB)